chiudi
Ma quanti latti ci sono?

Ma quanti latti ci sono?

Baby girl holding milk bottle

I nostri bimbi sono geneticamente capaci di accettare una vasta gamma di latti. Per fare chiarezza esistono 3 tipi di latti: umano, animale e vegetale. Dando per scontata la superiorità del latte di mamma, di cui abbiamo parlato in tante occasioni, specialmente nel bambino dopo il primo anno di vita si pone la scelta o la necessità di dare un nuovo latte. La scelta più comune è quella di usare un latte animale, come il classico latte vccino di derivazione bovina, o più raramente il latte di capra, asina e fra poco anche di cammella. Dal mondo “vegan” e da diversi nutrizionisti, viene segnalata la possibilità di usare invece un latte vegetale: riso, avena, kamut, cocco, mandorla oggi tutti largamente disponibili nei nostri negozi. Sono latti più digeribili e meno allergizzanti del latte di mucca, con o senza lattosio che siano, e di buone proprietà nutrizionali. Un discorso a parte lo merita il più famoso dei latti vegetali, cioè il latte di soya, molto utilizzato in diverse aree geografiche mondiali ma non da tutti amato per la presenza dei fitoestrogeni